2018: anno nero per gli infortuni sul lavoro in Italia. Impariamo a prevenire!

Gli infortunio sul lavoro denunciati nel 2018 sono stati 641.261, con un aumento di circa 6.000 casi rispetto al 2017  (+0,9%).

Anche gli infortuni mortali sono aumentati: durante l’anno ne sono stati denunciati 1.133. con un aumento di ben 114 morti rispetto al 2017  (+10,1%).

Ancor più preoccupante l’aumento degli infortuni mortali plurimi, le cosiddette “stragi sul lavoro”, che nei primi 8 mesi del 2018 sono state 15 (in tutto il 2017 furono 13, ed in tutto il 2016 furono 6).

L’andamento degli incidenti lavorativi preoccupa. Per la precisione è dal 2014 che in Italia non si registrano significative riduzioni degli infortuni, soprattutto mortali, contrariamente che nel resto d’Europa, in cui prosegue un trend positivo.

Sul banco degli accusati siede principalmente la formazione, che dovrebbe fungere da colonna portante della prevenzione antinfortunistica, ed invece troppo spesso viene vissuta, dagli stessi lavoratori, come un inutile e noiosa perdita di tempo.

Come azienda specializzata nell’attività di formazione antinfortunistica, siamo convinti che la causa di tale scarso interesse da parte dei lavoratori, sia molto spesso da imputare alla insufficiente qualità dei progetti formativi.

Tale convinzione ci ha spinto ad investire molto nell’innovazione del prodotto formativo che forniamo ai nostri clienti.

La formazione impartita dalla nostra azienda si basa essenzialmente sulla ricerca del coinvolgimento attivo dei discenti, con modalità didattiche basate anche su forme ludiche.

Ci siamo specializzati ad ottenere il massimo della partecipazione dei discenti insegnando anche con un approccio allegro e divertente,  mediante appassionanti giochi di ruolo. Provare per credere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *