Legge di Bilancio 2019: aumento sanzioni del DLgs 81/08

La Legge di bilancio 2019 recentemente approvata dal Parlamento aumenta significativamente le sanzioni previste dal Decreto 81 Per l’esattezza il Comma 445 dell’articolo 1 della Legge di Bilancio recita:

Al fine di rafforzare l’attività di contrasto del fenomeno del lavoro sommerso e irregolare e la tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro …omississ … gli importi delle seguenti sanzioni in materia di lavoro e legislazione sociale sono aumentati …omississ … nella misura del 10 per cento per quanto riguarda gli importi dovuti per la violazione delle disposizioni di cui al decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, sanzionate in via amministrativa o penale…omississ …le maggiorazioni sono raddoppiate ove, nei tre anni precedenti, il datore di lavoro sia stato destinatario di sanzioni amministrative o penali per i medesimi illeciti.

A distanza di 10 anni dall’entrata in vigore del Decreto 81 il legislatore, con questo forte inasprimento delle relative contravvenzioni, pare voler indicare una “tolleranza zero” sulla sua non applicazione. Ora infatti l’importo massimo delle contravvenzione di un singolo articolo della legge ora è di ben 8.577 euro. e l’esperienza ci dice che spesso, le ispezioni svolte dalle ASL, si concludono con la contestazione di numerosi articoli del Decreto.

Per fare degli esempi concreti, da oggi il mancato aggiornamento della valutazione dei rischi, a seguito di un infortunio significativo, è sanzionato fino ad un massimo di 5.360 euro ed il mancato aggiornamento della formazione dei lavoratori fino ad un massimo di 6.970 euro.

Appare pertanto del tutto evidente che prevenire i reati, anche dal punto di vista economico, è sempre più conveniente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *